CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

mercoledì 9 giugno 2010

Pomodoro contro lo stress



Pomodoro contro lo stress

Da recenti studi è emerso che il pomodoro sarebbe un ottimo antistress. Vediamo come abbinarlo nel modo corretto nella nostra alimentazione.

Il nervosismo, la stanchezza e lo stress giocano dei brutti scherzi alla nostra salute, come ad esempio provocare insonnia, dermatiti varie, e difficoltà digestive.
Il male alla pancia spesso è dunque legato a fattori psichici, oltre che a mali di stagione quali ad esempio influenze.
Lo stress ad esempio induce in molti di noi difficoltà a digerire anche piatti semplici e poco conditi, fenomeni di stipsi alternati a diarrea e fastidiosi gonfiori.
Allora è arrivato il momento di combattere lo stress direttamente a tavola, con semplici astuzie e facili mosse strategiche, dove troviamo un importante alleato: il pomodoro!

Pranzo
A pranzo ecco in aiuto i sopra citati pomodori, associati a cereali integrali come pasta o riso, ricchi di magnesio che è un vero e proprio antistress naturale.
I pomodori contrastano poi il gonfiore , che spesso ci infastidisce, perfetti con la combinazione insieme alle carote e della fresca insalata di stagione, come ad esempio la valerianella, che ha anche proprietà calmanti. In questa saporita insalata multi color potete aggiungere dello zenzero; esso infatti ha proprietà digestive ormai note e inoltre combatte anche l’emicrania. Anche quest’ultima è “figlia” dello stress.
Una bella e ricca macedonia sarà l’ideale per terminare questo pranzo, dopo aver consumato un leggero secondo a base di pesce al cartoccio , steso su un letto di patate o pomodorini pachino.

Cena
Alla sera restate leggeri, un secondo magari a base di bresaola, accompagnato da scaglie di parmigiano ricco succo di limone e un piatto di pomodorini freschi con basilico e timo, soprattutto quest’ultimo favorisce non solo la digestione ma anche il rilassamento in generale.

Ricerche fatte sui pomodori
Da alcune ultime ricerche condotte su pomodori OGM, sono rimasta colpita dal leggere che quest’ultimi, a differenza degli altri no-ogm, avrebbero una percentuale maggiore di antocianine, sostanze importanti dal punto di vista dell’attività antiossidante e nella lotta contro il cancro.

Che dire poi dell’ultimo ritrovato dell’agronomia, il pomodoro Sun Black, figlio di un progetto italiano finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, non è un OGM, ma di un incrocio tra diversi tipi di specie diverse, in cui gli antociani si concentrano non nella polpa ma nella buccia. Poi abbiamo il Nero di Crimea, che come dice la stessa parola è nero!

Insomma è proprio il caso che ne vedremo di tutti i colori, ma nei nostri piatti!


.  . Meglio in salute . . Bookmark and Share .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...