martedì 18 gennaio 2011

Massaggio Linfodrenante



Gli effetti del Massaggio Linfodrenante


Questo metodo di massaggio si prefigge lo scopo di accellerare la velocità del flusso
linfatico ed in parte di quello venoso della circolazione generale.
La linfa è il liquido che irrora e nutre le cellule dei nostri tessuti: la sua azione è quella di
cedere le sostanze nutritive ed asportare i prodotti di rifiuto. Accellerando il ricambio ed il
rinnovamento della linfa. si rivitalizzano tessuti 'stanchi' e carichi di tossine.
Questo massaggio risulta dunque il metodo di intervento più indicato nelle situazioni che contemplano
la formazione di edemi, nella ritenzione di liquidi, nella patologia venosa cronica che
può nascere a seguito di interventi di Chirurgia Plastica, nell'edema post-intervento di
mastectomia, nei casi di accumulo di acido lattico e nelle patologie dovute a stress. nonchè
acne e cellulite,
Indicazioni
EDEMI:
- al braccio dopo una mastectomia
- cellulite
- pesantezza e senso di gonfiore
- ristagno di liquidi alle gambe

STRESS:
- dolori mestruali e irregolarità del ciclo
- insonnia
- irrequietezza
- nervosismo
- respirazione ansiosa
- stitichezza

ED INOLTRE:
- gengivite
- occhi stanchi
- sinusite
- malattie psicosomatiche
ecc...



Propongo una rielaborazione del metodo "originale" di linfodrenaggio, che garantisce ottimi risultati
anche grazie all'integrazione con altre tecniche legate ad un approccio curativo olistico
(riflessologia plantare, aroma-massaggio con olii essenziali, oligoelementi)


Il Drenaggio Manuale Linfatico Originale secondo Vodder è una tecnica di massaggio che prende origine da un approccio globale dell’essere umano attraverso i suoi liquidi.
Il nostro corpo è composto per i 2/3 di liquidi (proprio come la terra!), ed è fondamentale che questi possano fluire armoniosamente in modo da offrire alle nostre cellule un ambiente sempre fresco, rigenerato e pulito, dove vivere sane. Tutti abbiamo presente cosa succede, in natura, quando un corso d’acqua ristagna…
Nella manualità del metodo Vodder, è richiesta una certa precisione: il ritmo viene adattato ad ogni singolo individuo, la sua intensità segue il tessuto, il suo movimento a spirale induce ad un ritmo che segue l’andamento del nostro fluido interno.
Di solito un buon drenaggio avviene come funzione normale in un organismo in buona salute, ma viene compromesso in caso di malattia, di debolezza e di stress. Le corse, le preoccupazioni, l’eccesso continuo di stimoli, l’ansia di fondo, presente in tutti noi, provoca al nostro organismo uno stato costante di sovraeccitazione e di “allerta”.
E’ fondamentale allora, trovare il giusto canale per arrivare ad un rilassamento profondo che coinvolga anche i nostri organi interni. Il linfodrenaggio normale, praticato anche solo nel collo, viso, addome e diaframma agisce immediatamente sul nervo vago e sul sistema parasimpatico.
Il suo tocco leggero ed il suo ritmo costante arrivano molto in profondità, fino ai visceri, creando distensione, riattivando la circolazione e rinforzando le nostre difese immunitarie. Favorisce un momento di abbandono e consente un ascolto molto intimo di noi stessi. Durante una seduta di linfodrenaggio si crea spesso con il terapeuta un dialogo non-verbale molto profondo, dove si può trovare, insieme, un istante di vera quiete.


   . 
.


.
. . .

Nessun commento:

Posta un commento

GRADITO UN COMMENTO

Post più popolari

EIACULAZIONE PRECOCE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...