CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

sabato 28 febbraio 2009

I CAMPI COLORATI DELLA NOSTRA ENERGIA





.
L’Aura, emissione elettromagnetica di ogni forma di vita, può essere registrata e analizzata. L’unicità e la variazione dello spettro cromatico consentono di aiutare la diagnosi.

di Giuseppe Zanella



Nella storia della scienza, l’invenzione e lo sviluppo di strumenti e apparecchiature hanno portato a una nuova valutazione e comprensione della realtà. Ai microscopi, telescopi, dispositivi a raggi X, oppure ad ultrasuoni, senza i quali il progresso scientifico sarebbe inadeguato, si aggiunge oggi un nuovo strumento: la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di Gas Computerizzata (GDV), basata sul ben noto effetto Kirlian.
Il sistema sfrutta mezzi sofisticati come ottiche speciali, matrici TV digitali, elaborazione d’immagine con computer avanzati, il tutto per creare una base di moderna tecnologia nella pratica scientifica. È questo, il primo strumento che permette di visualizzare la distribuzione del campo umano e di renderlo facilmente riproducibile, stampabile e, non da ultimo, ottenibile a basso costo. Inserendosi nell’attuale fase del processo scientifico, tale tecnologia reca un contributo alle scienze biofisiche, dalla comprensione dei soggetti biologici come strutture solide stabili, alla percezione dell’essenza del loro campo spaziale dinamico.
Ogni organo fisso e ogni funzione di corpo e mente, hanno un preciso effetto sul sistema energetico umano. Leggendo l’aura attorno alle dita e al resto del corpo, se ne possono determinare le disfunzioni molto prima che siano riscontrabili sintomi evidenti, oltre alle caratteristiche del soggetto esaminato. Diventa quindi possibile l’indagine sulla salute e sullo stato psico-emozionale di una persona, sia in un preciso momento che attraverso la sua evoluzione nel tempo; l’effetto di droghe, farmaci, esercizio fisico.
Non ci sono due colori uguali, così come non ci sono due persone uguali che emettono un’identica vibrazione cromatica, giacchè il colore varia a seconda di ciò che il soggetto pensa, mangia e come si comporta. Se l’individuo sta bene, o al contrario male, emette un’energia elettromagnetica (energia emozionale) che ne varia l’aura, composta da vibrazioni colorate oggi fotografabili. Attraverso l’interpretazione corretta dell’aura si possono ottenere chiarificazioni inerenti al soggetto in esame. Così, avveniva nel passato, quando venivano operate reali guarigioni con il solo aiuto delle mani, della mente e di tutto quello che l’universo offre per ottimizzare il livello mentale, psichico e spirituale.
La visione dei colori che noi emettiamo è indicativa al fine di farci riflettere su una semplicissima e tuttavia profonda verità: la vita è un’esperienza meravigliosa che merita di essere vissuta intensamente, manifestando così la nostra volontà. Di più, una volontà di ordine Divino, tale da esprimere appieno ciò che ora, qui tra noi e sempre sarà "Amore".
..
.
.

LA MEDICINA A MANI NUDE - Shiatsu -


.

Dove l’energia si muove, stimolata a ristabilire una coesione fra corpo, mente, psiche, emozioni, nella correlazione tra microcosmo "uomo" e macrocosmo "universo".

di Gianna Tomlianovich


Lo Shiatsu è conosciuto da molti come una maniera per lavorare sul corpo a scopo terapeutico, esercitando pressioni su determinati punti per ottenere la regressione di disturbi e malattie. Le fonti originarie, i capiscuola giapponesi ("shiatsu" dal giapponese "pressione delle dita") sono essenzialmente due: T. Namikoshi e S. Masunaga. Namikoshi è andato incontro all’Occidente collegando strettamente lo Shiatsu alla scienza medica di tipo allopatico e ad una modalità di cura sintomatica e non energetica. Analogamente alla fisioterapia, questo tipo di shatsu viene chiamato shiatsu-terapia. Masunaga ha chiamato l’Occidente a sé, mantenendo integra l’originaria base medico-culturale dell’energetica orientale, approfondendola e arricchendola con riferimenti di tipo psicologico; il tutto in una visione unitaria dell’essere umano. Shiatsuka (= colui che porta cura attraverso lo shiatsu) e psicologo, egli era un attento studioso di testi antichi e un grande ricercatore. Tramite una sperimentazione pratica condotta con spirito scientifico su migliaia di casi costruì e, finché fu in vita migliorò continuamente, il sistema teorico ed energetico a cui riferire il suo metodo. Egli prese dall’antichità e adottò il termine "Keiraku" per indicare l’Essenza della Vita, cioè l’energia che mantiene la vitalità all’interno del corpo umano e che in esso scorre in canali suoi propri.
Tra le due impostazioni è evidente una notevole differenza, ma non una contrapposizione. Sono tra loro difficilmente confrontabili, perché troppo diverse sono le basi di partenza, gli obbiettivi da raggiungere e le modalità di "porgere" lo Shiatsu.
..
.
.

giovedì 26 febbraio 2009

DIRITTO ALLA SALUTE PER TUTTI

.
COMUNICATO STAMPA MEDICINA DEMOCRATICA

NO AL RAZZISMO DI STATO

SI’ AL DIRITTO ALLA SALUTE PER TUTTI


Nel 2008, il Governo BERLUSCONI ha invitato i Medici e tutti gli Operatori della Sanità a denunciare i migranti clandestini che hanno bisogno di aiuto e cure. E’ lo stesso governo che lascia per mesi in condizioni disumane i migranti senza assistenza, ne’ cure adeguate per i malati nei CPA trasformati in carceri e reclusi fino a 18 mesi.

Il 5 febbraio 2009 il Senato ha approvato l’emendamento della Lega NORD al ddl sicurezza che elimina il divieto di denuncia da parte dei medici degli immigrati che vengono assistiti dal servizio sanitario nazionale e dà loro la facoltà di effettuare la denuncia stessa. L’emendamento proposto dal centrodestra al Testo Unico sull’Immigrazione e’:

contro l’art. 32 della Costituzione, in base al quale la salute è tutelata dalle istituzioni in quanto riconosciuta come diritto pieno ed incondizionato della persona in sé, senza limitazioni di alcuna natura, comprese - nello specifico - quelle derivanti dalla cittadinanza o dalla condizione giuridica dello straniero;

contro il Nuovo Codice Deontologico dei Medici Italiani approvato nel 2006;

contro la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo;

Noi pensiamo che a tutto questo si debba non solo resistere, ma che sia arrivato il momento di reagire con la ferma denuncia di questo Stato di barbarie e soprattutto testimoniando la nostra partecipazione e la solidarietà attiva verso i migranti.

Medicina Democratica invita pertanto tutti gli operatori della salute:

al rifiuto della denuncia degli immigrati clandestini

alla esplicita disobbedienza civile.

Medicina Democratica invita inoltre alla mobilitazione i lavoratori, tutte le Associazioni, le Organizzazioni sindacali e i Cittadini contro questa politica di discriminazione e razzismo del governo Berlusconi per bloccare questo ddl affinché venga bocciato alla Camera.

NO AL RAZZISMO DI STATO SI’ AL DIRITTO ALLA SALUTE PER TUTTI .
.
.

SALUTE: A 5 ANNI INZIA A CAMMINARE... CON LA TUTA SPAZIALE

.
SALUTE: A 5 ANNI INZIA A CAMMINARE... CON LA TUTA SPAZIALE

(AGI) - Ancona 25 feb. - Martina ha iniziato a camminare a 5 anni grazie a una tuta spaziale usata da cosmonauti russi negli anni Settanta. Per la bimba di Ravenna, per i genitori e per la nonna, Annamaria Cavallini che l'ha sempre seguita in 3 anni peregrinazioni per il mondo, e' quasi un miracolo. L'inedita terapia e' stata adottata sulla piccola, affetta da paresi cerebrale fin dalla nascita, nel centro di riabilitazione 'Adeli' in Slovacchia dove, oltre a utilizzare l'omonimo metodo di riabilitazione, hanno brevettato l'uso riadattato delle tute spaziali dismesse da Mosca che, in condizioni di peso gravitazionale, riattivano le funzioni cerebrali danneggiate (dalla nascita o a seguito di incidenti e interventi chirurgici), da quelle motorie a quelle del linguaggio.
Martina ha camminato, mangiato e bevuto da sola per la prima volta nella sua vita dopo due anni di trattamenti brevi -della durata di 2-3 settimane ognuno- in cui per almeno sei ore al di' e' stata seguita da quattro-cinque addetti ai lavori. Tutto questo grazie alla terapia inventata dal medico Vladimir Petrov e praticata nel centro di Piestany, circa 60 chilometri a nord di Bratislava, fondato dallo stesso Petrov nel 2003 dopo 10 anni di studi. La struttura e' l'unica in Europa del suo genere -anche perche' il brevetto e' russo- ed e' gestita da una societa' privata guidata da un giovane slovacco, Maxim Raskin.
Al centro, che cura circa 60 pazienti al mese, si stanno rivolgendo sempre piu' italiani, soprattutto famiglie con figli cerebrolesi o spastici che non trovano giovamento nelle terapie tradizionali. Tra loro anche una mamma di Camerino, Alessandra Vitulano, che dopo appena 4 giorni di trattamento, ha visto miglioramenti incoraggianti nel comportamento del suo bambino.
Ma se per lei, che avra' il rimborso dalla Regione Marche di circa 2mila euro la settimana la strada e' ancora lunga, per altri italiani non e' neanche iniziata. Anche perche' molte Regioni si rifiutano di rilasciare la documentazione necessaria alla trasferta, frappongono ostacoli burocratici o semplicemente negano qualsiasi rimborso. Cosi' c'e' una signora di Latina che a 72 anni ha percorso in auto 1600 chilometri per curare la figlia 32enne a proprie spese.
..
.
.

Salute: primo caso di dermatite da playstation




.

Salute: primo caso di dermatite da playstation

 - L'uso eccessivo della Playstation sembra essere la causa di una nuova forma di dermatite,
 l'idrosadenite palmare'. 
Sembra, infatti, che una ragazzina di 12 anni, amante della Play, sia stata colpita da questa dermatite.
 A darne notizia esperti del policlinico di Ginevra dove e' stata ricoverata la ragazzina con gonfiore e noduli dolorosi sul palmo delle mani, frutto di un infiammazione delle ghiandole sudoripare.
.

.
.
.

SALUTE : PER CHI LAVORA PIU' DI 55 ORE/SETTIMANA



.
SALUTE : RISCHIO DEMENZA PER CHI LAVORA PIU' DI 55ORE/SETTIMANA

 - Lavorare troppo fa male, ormai e' scientificamente provato. Secondo uno studio finlandese, con il passare degli anni, chi lavora piu' di 55 ore a settimana e' a rischio di declino mentale che puo' portare anche alla demenza. La ricerca, guidata da Marianna Virtanen dell'Istituto finlandese di Medicina Occupazionle di Helsinki, Finlandia, e' stata pubblicata sulla rivista American Journal of Epidemiology. I ricercatori hanno preso in considerazione 2214 funzionari inglesi di mezza eta' che sono stati sottoposti a cinque diversi test per valutare le loro funzioni mentali. Il primo test, per avere un livello di partenza, e' stato fatto tra il 1997 e il 1999, il secondo test e' stato fatto a distanza di cinque anni. Gli uomini inglesi che lavoravano piu' di 55 ore a settimana hanno avuto un punteggio peggiore in due dei cinque test, quello sul ragionamento e quello sul vocabolario. L'effetto, inoltre, e' risultato cumulativo, per cui piu' era lunga la settimana lavorativa e peggiore era il risultato del test. Secondo Mika Kivimaki, uno dei collaboratori dello studio, ''sara' ora importante esaminare se gli effetti osservati durano a lungo e se possono portare a declino mentale piu' serio come la demenza''. (ANSA).
..
.
.

mercoledì 25 febbraio 2009

CHIRURGIA ESTETICA



Regole più severe per la chirurgia estetica

Rifarsi in tutta sicurezza


È boom di richieste per la chirurgia estetica, soprattutto da parte delle giovanissime.

Per la tutela dei cittadini il Governo annuncia seri provvedimenti in materia di sicurezza.

La bellezza è da secoli il primo codice con cui viene classificata una donna, una bellezza interpretata attraverso chiavi di lettura prettamente fisiche e che negli ultimi anni è diventata un imperativo e una moderna schiavitù. L'universo femminile – in particolar modo nell’età adolescenziale - è infatti sempre più attraversato da un senso di inadeguatezza rispetto a un modello ritenuto ideale, che può di volta in volta modificarsi ma che è sempre, ugualmente, irraggiungibile.

Ed è così che il pressante peso della presentabilità e dell’accettazione sociale legata a un aspetto piacevole ha fatto crescere l’interesse nei confronti degli interventi di medicina estetica e l’offerta si moltiplica.
Che sia per inseguire una giovinezza perduta o per valorizzare la propria femminilità, molte donne, ma anche giovani adolescenti dai tratti ancora acerbi, ricorrono sempre più spesso alla medicina estetica. Un esempio lampante è la concorrente del Grande Fratello 9, che per il suo diciottesimo compleanno si è regalata una protesi mammaria passando da una già generosa quarta misura a una super-abbondante sesta.

Secondo stime non ufficiali, sono circa 180 mila gli italiani che - non sempre spinti da reali esigenze mediche - ogni anno ricorrono alla chirurgia estetica per la correzione di difetti fisici, e di questi 25.000 riguardano interventi di mastoplastica correttiva.

Sicuramente questa normalizzazione e spettacolarizzazione della chirurgia estetica pone delle grosse problematiche non solo relative alle aspettative non sempre realistiche di quante decidono di ricorrervi, ma anche e soprattutto rispetto a una consapevolezza informata dei rischi fisici e psicologici che tali tipi di interventi comportano.
Per questo il Governo pensa di ricorrere a serie limitazioni riguardo all’uso indiscriminato e senza regole della chirurgia estetica, soprattutto nelle giovanissime. «Sempre più spesso le adolescenti, più fragili e sensibili ai messaggi dei media, chiedono un seno nuovo – constata il Sottosegretario Francesca Martini – Per questo, considerati i rischi per la salute di interventi eseguiti quando la ghiandola mammaria non è ancora formata, stiamo pensando di escludere i ritocchi sulle minori non motivati da problemi medici. Voglio chiarire che non sono contraria alla chirurgia estetica, ma vorrei fornire a chi vuole sottoporsi a questo tipo di interventi garanzie e sicurezza.

A tal proposito è stato riunito al Ministero un tavolo tecnico-scientifico di cui fanno parte specialisti e società scientifiche, per arrivare a linee guida chiare nel settore e alla realizzazione entro febbraio di un Registro Nazionale delle protesi al seno, che ne garantisca la tracciabilità.

Il Registro sarà collegato con una banca dati nazionale dove dovranno essere registrati il numero degli interventi effettuati, i materiali usati per le protesi, le strutture dove vengono effettuati gli interventi e gli esiti degli stessi. Tutto ciò per avere un quadro epidemiologico preciso, nella tutela della privacy delle pazienti».

Fonte: Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali
..
.
.

BALSAMO PER CAPELLI



.
Bellezza: le ricette della nonna

Balsamo per capelli


L’aceto possiede proprietà antistatiche che fanno miracoli sui capelli elettrici.
La ricetta: Dopo averli lavati, passare sui capelli del latte fresco o della panna. Lasciare agire per 15 minuti. Nell’ultimo risciacquo aggiungere 1 cucchiaio di aceto.
.

LOZIONE TONICO - DETERGENTE


.
Bellezza: le ricette della nonna

Lozione tonico-detergente


L’astringente naturale per eccellenza è la menta. Applicata in foglie sulla pelle, esercita un’efficace azione antisettica, rinfrescante, purificante e tonificante.
La ricetta: 1 tazzina di latte fresco e alcune foglie di menta. Intingere un batuffolo di cotone e passarlo più volte su viso, labbra, collo. Ripassare con un batuffolo bagnato.
.

MASCHERA - ANTIOCCHIAIE


.
Bellezza: le ricette della nonna

Maschera antiocchiaie


L'olio extravergine d’oliva è una fonte inesauribile di salute per la pelle perché, grazie alla sua acidità, fortemente compatibile con quella dell’epidermide, svolge una funzione emolliente e protettiva ed è anche un ottimo antiossidante. È quindi un valido ingrediente di una maschera che aiuta a ridurre le occhiaie del mattino.
La ricetta: 1 cucchiaio d’olio di oliva, 1 tuorlo, 1 cucchiaio di miele millefiori, 1 cucchiaio di latte fresco. In posa per 10 minuti. Risciacquare con acqua tiepida alternata a fresca.
.

MASCHERA - ANTIRUGHE



.
Bellezza: le ricette della nonna

Maschera antirughe


Lo yogurt è un addensante naturale con grandi proprietà emollienti. La sua composizione unica lo rende un cosmetico naturale perfetto, perché unisce all’azione detergente e purificante quella nutriente e idratante. Anche la mela è ottima per mantenere giovane la pelle, perché contiene antiossidanti, abili a contrastare i processi di invecchiamento delle cellule, e vitamina C che, oltre a combattere i radicali liberi, stimola la produzione di collagene.
La ricetta: 1 patata lessa e 1 cucchiaio di yogurt. Oppure 1 tuorlo d’uovo e la polpa di mezza mela. In posa sul viso per 20 minuti. Risciacquare con acqua fresca.
.

MASCHERA - PELLE SECCA


.
Bellezza: le ricette della nonna

Maschera per la pelle molto secca


La pelle molto secca tende facilmente alla desquamazione e al prurito. Per idratarla e nutrirla si può ricorrere al burro di capra: applicato sulla pelle, stimola la circolazione sanguigna, i capillari si dilatano e, con il maggiore afflusso di sangue, aumenta l’apporto delle sostanze nutritive (vitamine e sali minerali).
La ricetta: applicare sul viso il burro di capra, tenere in posa per 20 minuti e risciacquare.
.

MASCHERA - PELLE GRASSA



.
Bellezza: le ricette della nonna

Maschera per la pelle grassa


La pelle grassa ha un alleato prezioso in natura: il pomodoro. Questo frutto infatti abbina all'azione levigante e schiarente quella idratante: una sinergia perfetta per la pelle afflitta da sebo e foruncoli. Ma il pomodoro è un vero toccasana per la pelle anche perché la protegge dai danni provocati dai raggi ultravioletti e combatte i radicali liberi ritardando la comparsa dei segni dell’invecchiamento.
La ricetta: 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaio di pomodoro fresco. In posa sul viso per 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida.
.

MASCHERA - PUNTI NERI



.

Bellezza: le ricette della nonna


Maschera contro i punti neri


In questo caso l’ingrediente di punta è la zucca, un’ottima fonte di betacarotene, il precursore della vitamina A tanto importante per la nostra pelle. La zucca contrasta i danni dei radicali liberi ed esercita un’azione antinfiammatoria. Per questo è particolarmente indicata per levigare la pelle e cancellare imperfezioni e segni del tempo.
La ricetta: 1 pezzetto di zucca gialla lessata, 1 cucchiaio di panna fresca. In posa sul viso per mezzora. Risciacquare con acqua tiepida.
.
 .
.

.

MASCHERA VISO



.

Bellezza: le ricette della nonna


Maschera d’emergenza


È un’efficace terapia d’urto dopo notti brave.

 Quando si fanno le ore piccole 
infatti la pelle al mattino appare secca e opaca.

 Serve un rimedio idratante, 
cicatrizzante e nutriente come il miele.
 I polifenoli e flavonoidi contenuti nel miele
 hanno un effetto antiossidante sulla pelle, 
mentre gli enzimi la rendono più elastica.

Trattenendo l’umidità, 
il miele è in grado di restituire alla pelle 
il giusto grado di idratazione.

La ricetta: 
1 cucchiaio di miele,
 1 cucchiaio di latte fresco,
 1 cucchiaino di farina bianca.
 In posa sul viso per 15 minuti.
 Risciacquare con acqua tiepida.

..
.

.

COSMETICI SENZA CHIMICA


.
Quando non esistevano i cosmetici

Basta poco per essere belle salvando l'ambiente e il portafoglio: sono le risorse della nostra terra a offrirci gli ingredienti per cosmetici naturali ed efficaci.  Di fronte alla crisi o più semplicemente per la voglia di recuperare uno stile di vita più naturale, tornano i rimedi della nonna per la bellezza e la cura del corpo.

Le virtù cosmetiche e salutari dei prodotti della terra sono ben note all’industria del benessere, considerato che la gamma dei prodotti che riempiono gli scaffali di profumerie, beauty-center e farmacie sono in continuo aumento. È utile allora, una volta scoperte le proprietà dei molti prodotti che la campagna ci offre, studiare le diverse combinazioni, sapientemente tramandate dalla tradizione, per avere ottimi risultati senza dover necessariamente ricorrere ai prodotti chimici.


Bellezza: le ricette della nonna
Basta un’occhiata al frigorifero, un po’ di pratica e qualche minuto per risolvere piccoli inestetismi di pelle e capelli con trattamenti naturali, economici e rispettosi dell’ambiente.


.
.

.

INTEGRATORI ALIMENTARI


.
Conosciamo meglio gli integratori alimentari

Parlando di sport si sente spesso parlare di integratori alimentari. In materia però occorre fare un po' di chiarezza, per conoscere bene che cosa sono e quando possono essere assunti.

Gli integratori sono prodotti alimentari contenenti sostanze nutritive in forma concentrata. Hanno lo scopo di migliorare le funzioni dell’organismo, di sopperire a carenze alimentari e di migliorare il generale stato di salute. Ciò che è importante sottolineare è che gli integratori sono destinati a integrare il regime alimentare e non a sostituire il cibo. Gli integratori riescono ad apportare quei nutrienti difficili da ottenere con la dieta o la cui assimilazione richiederebbe l’ingestione di un esagerato quantitativo di cibo.
Di solito vi si ricorre in condizioni fisiologiche particolari, per rispondere a precise esigenze nutrizionali e nel caso della pratica sportiva, per ottimizzare le prestazioni.

Gli integratori infatti non sono sostanze dopanti: non interferiscono con il corretto funzionamento del metabolismo e con le normali funzioni fisiologiche dell’organismo, ma possono migliorarle.
Occorre comunque ricordare che un soggetto sano, normalmente attivo non ha bisogno di alcuna integrazione, essendo sufficiente per ogni necessità organica un’alimentazione corretta.
Tutti gli integratori vanno usati sotto controllo medico e in ogni caso vanno assolutamente evitati gli abusi.

Possiamo classificare gli integratori in questo modo: a base proteica (BCAA, glutammica, creatina, carnicina, arginino e preparati proteici); a base glucidica (maltodestrine e amidi) e a base lipidica (CLA o acido linoleico coniugato e acidi gassi essenziali serie omega 3).
..
.

.

IL SESSO - DIPENDE DALLA MUSICA?



.
Il sesso? 

Dipende dal tipo di musica che si ascolta

- Sesso e musica, un legame che si ritrova in diverse occasioni ma non è detto che sia sempre positivo. Secondo gli studiosi dell'Università di Pittsburgh, la musica influezerebbe le abitudini sessuali degli adolescenti.

Per arrivare a questo risultato, i ricercatori hanno preso in esame i gusti musicali e la vita sessuale di 711 ragazzi dai 13 ai 18 anni. I giovani sono poi stati divisi in tre gruppi: quelli che ascoltavano i brani dai testi crudi e allusivi regolarmente, quelli che lo facevano a volte e quelli che si limitavano a sentirle raramente.

Dall'esame è emerso che il 45% dei ragazzi soliti ad ascoltare brani 'più spinti' aveva già esperienza in fatto di sesso contro il 21% dei coetanei che ascoltava altri tipi di brani. In conclusione dunque per gli esperti, le canzoni a sfondo sessuale possono influenzare la precocità e le modalità di rapporto tra i giovani in modo decisamente negativo. 
A tal proposito basta dare un'occhiata alle percentuali elevate di gravidanze adolescenziali,
 molto frequenti soprattutto in Inghilterra e Stati Uniti.
..
.

.

COSI' COME SIAMO


così come siamo
Vi sono dei momenti nei quali, solo per mantenerci in
esistenza, dovremmo semplicemente metterci a sedere senza far nulla.
E per chi ha lasciato che la frenesia delle attività
lo traesse completamente fuori di sè, nulla è più difficile
che starsene seduto zitto e quieto, non facendo nulla.
Proprio l'atto di fermarsi è il più coraggioso che possa compiere.
Prima di poter agire saggiamente o fare una esperienza
in tutta la sua realtà umana dobbiamo riprendere
il dominio del nostro essere.
Ogni nostro agire è vano fino a quando non ci possediamo.
Il valore di ogni nostra attività dipende quasi esclusivamente
dall'umiltà con la quale ci accettiamo così come siamo.
(Thomas Merton)
..
.

.

lunedì 23 febbraio 2009

SOVRAPPESO



.
Quali sono i rischi del sovrappeso?

Il peso corporeo è il risultato del bilancio fra le "entrate" (il cibo che mangiamo) e le "uscite" (il consumo di energia per le attività quotidiane). Salvo eccezioni dovute a squilibri particolari dell'organismo (cattivo funzionamento della tiroide, insufficienza renale o di cuore, ecc.) il peso, sia nell'adulto che nel bambino, aumenta quando si introduce più energia di quanto si riesca a consumarne: in altri termini, un eccesso di calorie si trasforma inevitabilmente in grasso. Al contrario, quando il consumo è superiore all’introduzione di energia, l'organismo è costretto a "bruciare" grassi per sopperire alle richieste energetiche.

L'eccesso di grasso, oltre che fonte di frustrazioni estetiche, rappresenta un serio rischio per la salute tanto è vero che la frequenza di molte malattie come ipertensione, diabete, malattie delle vene, infarto, artrosi e perfino di alcuni tipi di tumore risulta aumentata nei pazienti obesi. Inoltre, la particolare distribuzione del grasso (per esempio, un aumento della circonferenza al punto vita) contribuisce ad aggravare il rischio, soprattutto quello cardiovascolare. Di converso, una riduzione del peso corporeo permette di migliorare - anche sensibilmente - eventuali valori alterati di pressione arteriosa, una glicemia o un colesterolo più elevati del normale e così via.

La misura più affidabile per stabilire se si è sottopeso, normopeso o sovrappeso è l’indice di massa corporea (BMI o Body Mass Index) che si può calcolare con semplicità utilizzando il peso e l’altezza.

..
.

.

TEST presentazione





.
Non leggere in anticipo, ma nell'ordine, punto per punto.

Ci vorranno 3 minuti, e credimi, ne vale la pena.

Prendi carta e penna.

1.Scrivi i numeri da 1 a 11 in una colonna.

2.A fianco ai numeri 1 e 2, scrivi 2 numeri a tua scelta.

3.Vicino ai numeri 3 e 7, scrivi il nome di una persona di sesso opposto.

Due nomi diver , ovviamente, di persone che conosci bene, e nel farlo, segui il tuo primo impulso.

Non leggere oltre in anticipo, o non funzionerà...Piano piano....

4.Scrivi il nome di tre persone (amici, familiari...) vicino ai numeri: 4,5 e 6.

NN BARARE,SAREBBE UN PECCATO...

5. Scrivi 4 titoli di canzoni sui numeri 8,9,10,11.

6.Finalmente, esprimi il tuo desiderio.



Qui trova la chiave del gioco ...



1.Devi parlare di questo gioco ad un certo numero di persone (il numero che si trova vicino al 2)

2.La persona in 3 posizione la AMI!!

3.La persona in settima posizione l'apprezzi molto però con la quale nn funziona...

4.La persona in quarta posizione qualcuno a cui tieni veramente molto.

5.La persona in quinta posizione quella che ti conosce veramenta a fondo.

6.La persona messa da te in sesta posizione il tuo porta fortuna.

7.La canzone in ottava posizione quella che associa con la persona numero 3.

8.Il titolo in nona posizione la canzone per la persona in settima po zione.

9.La canzone in decima posizione quella che meglio svela il tuo spirito.

10.La canzone in 11 quella che rivela i tuoi sentimenti rispetto alla

vita.
..
.
.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...