CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

giovedì 13 agosto 2009

Profilattico liquido



Sperimentato dall'università dello Utah, è un gel che, solidificandosi, protegge la donna durante l'atto sessuale

Un 'profilattico liquido' in grado di contrastare malattie quali l'Aids e gravidanze indesiderate potrebbe in futuro consentire alle donne di proteggersi all'insaputa del loro partner.

Il 'condom molecolare', inventato dagli scienziati dell'università dello Utah, è costituito da una sostanza liquida che, una volta applicata alle pareti vaginali, acquisisce consistenza fino a diventare una specie di membrana protettiva. Questa, una volta esposta al seme maschile, rilascia un farmaco antivirale. "A causa di fattori socio-economici e culturali, spesso le donne di regioni come l'Africa sub-sahariana non sono in grado di 'negoziare' con il proprio partner l'utilizzo di un valido sistema anticoncezionale", spiega Julie Jay, dottoranda in farmacia nell'ateneo statunitense. La sostanza è chiamata 'profilattico molecolare' perchè è composto da molecole liquide a temperatura ambiente ma in grado di solidificarsi all'interno dell'utero. La finalità è di produrre l'anticoncezionale su larga scala nei Paesi in via di sviluppo, anche se ci vorranno 7-8 anni prima che possa venire prodotto e distribuito in forma industriale. Il gel è composto dai polimeri Pba (acido fenilboronico) e Sha (acido salicilidrossamico). Questi composti rimangono liquidi a causa del livello di Ph della vagina. Quando il livello di acidità si abbassa a causa dell'introduzione del seme, il gel diventa semi-solido. L'equipe di ricercatori dell'università dello Utah hanno condotto sperimentazioni con questo microbicida in alcuni Paesi africani, e ulteriori studi permetteranno di bloccare non solo l'Hiv, ma anche altri virus patogeni. "Abbiamo sviluppato questa tecnologia affinché le donne possano proteggersi da sole contro l'Aids, utilizzando l'anticoncezionale all'insaputa e senza l'approvazione del partner".

Patrick Kiser, assistente alla facoltà di Bioingegneria, riferisce che il dosaggio dei farmaci anti-Hiv a base di microbicidi di prima generazione dura solo poche ore. "Così vanno usati almeno un'ora prima del rapporto sessuale - spiega il professore -, una cosa abbastanza difficile da fare. Basta dimenticarsene una volta e il danno è fatto. Noi abbiamo concepito un sistema di rilascio del microbicida che potrebbe durare una giornata se non un mese intero".

I microbicidi di prima generazione, sottoposti a sperimentazione in questi anni e disponibili solo fra due o tre anni hanno un tasso di efficacia tra il 50 e il 60 percento. Uno studio britannico rivela che se soltanto un microbicida venisse usato dal 20 percento delle donne in 73 Paesi in via di sviluppo, potrebbe prevenire 2,5 milioni di infezioni in un periodo di tre anni. Kiser sostiene che vi è la possibilità che il 'condom liquido' possa raggiungere un'efficacia del 90 percento.

Il costo per ogni dose? Quello di un pacchetto di profilattici.
.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...