.

CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

mercoledì 8 aprile 2009

TRATTAMENTI ai PRODOTTI della TERRA


Trattamenti alle castagne, alle mele, al vino: una tendenza emergente dei Centri Benessere, è rappresentata dal legame sempre più stretto che si sta instaurando con il territorio e con le sue risorse. Ecco quindi utilizzare prodotti naturali che si potrebbero trovare inconsueti per l’ambito del wellness e dell’estetica e che invece, grazie alle loro proprietà, rivelano una efficacia terapeutica o estetica almeno pari, se non in qualche caso superiore, ad altri prodotti di uso comune.
Di seguito si riportano alcuni dei trattamenti in questione, illustrando composizione e proprietà dei singoli prodotti che ne sono alla base.

Trattamenti alle castagne

Presenti ovunque ci sia abbondanza di boschi, e dunque in forma diffusa in tutto il territorio nazionale, le castagne vengono utilizzate nell’ambito del wellness quando stagionalmente disponibili, ovvero in autunno.
Le castagne contengono in buona misura sostanze come i carboidrati, il potassio e vitamine. Esse rappresentano anche un ottimo elemento antiossidante e quindi una sostanza ideale per trattamenti cutanei. Le proprietà astringenti e disinfettanti delle castagne donano vitalità alla pelle mentre la loro polpa può essere utilizzata per le maschere al viso. Anche la corteccia e le foglie della castagna trovano la loro applicazione nel wellness: ricche di vitamine C e E possono comporre gli ingredienti di trattamenti rigeneranti e disintossicanti, oltre che di peeling, bagni multifunzione, massaggi e pediluvi. Uno speciale estratto dei semi della castagna rinvigorisce le gambe stanche e pesanti, facilita la circolazione e il metabolismo, oltre a tonificare la pelle e i tessuti connettivi. Le castagne possono essere quindi macinate a mano e impastate con acqua termale e olio di vinacciolo per i trattamenti esfolianti o, per ottenere un potere rigenerante, mescolati con miele anch’esso di castagne.
Tra i luoghi in Italia ove vengono praticati, durante l’autunno, i trattamenti alle castagne si annoverano le terme di Salvarola e quelle di Abano Terme, l’Hotel Taubers Unterwirt di Velturno, vicino Bressanone, il cui centro benessere sorge proprio sul cosiddetto “sentiero delle castagne” e il Centro Benessere Termale e Terapie Naturali Villa delle Ortensie (S. Onobomo Terme, in provincia di Bergamo), ove gli estratti di castagne sono anche l’ingrediente di base per tisane rilassanti e depurative nonché di alcune gustose proposte culinarie.

Trattamenti al vino

La cosiddetta Vinoterapia è una pratica conosciuta e diffusa che si basa sulle proprietà degli acini dell’uva, il cui altissimo potere antiossidante è legato alla massiccia presenza di polifenoli, ma anche di calcio, fosforo, flavonoidi, vitamine e acidi organici come l’acido tartarico, malico e glicolico. Nel complesso, essi sono in grado di contrastare l’invecchiamento cutaneo, di levigare e purificare la pelle nutrendola in profondità e lasciandola quindi più tonica e vellutata.
A seconda del territorio ove risiedono i Centri che praticano trattamenti di Vinoterapia, si ricorre naturalmente ai prodotti locali. Alle Terme di Salvarola, ad esempio, vengono utilizzati uva, vinaccioli, mosto fresco ed estratti d’uva della terra di Modena, come Grasparossa e Trebbiano, Con l’uva fresca di Lambrusco di Grasparossa, unitamente all’olio di vinaccioli, vengono tra l’altro praticati dei massaggi rigorosamente nel periodo della vendemmia.
Nella Beauty Farm dell'agriturismo al Vecchio Mulino, a Faè di Oderzo in provincia di Treviso, vengono effettuati trattamenti idratanti ed elasticizzanti, massaggi, impacchi, maschere e peeling per il viso e il corpo con acini freschi d'uva Cabernet, Merlot e Raboso, o con mosto fresco ed olio di vinacciolo. Di notevole efficacia, in termini di rilassamento e rigenerazione, è quindi il “bagno nella botte” (o bain barrique) con uva fresca, vinacce, mosto o vino. Tra i prodotti proposti al Vecchio Mulino vi sono poi lo Svergine d'uva rossa del Piave, ricco di antociani e polifenoli, ad effetto antiossidante, e di sali minerali e di vitamine, nutrienti e remineralizzanti, per cataplasmi e idromassaggio. Ancora, contro la senescenza e l’invecchiamento cutaneo, viene usato l’olio di vinaccioli, per il massaggio, emolliente e nutriente, ricco di acidi grassi poliinsaturi (vitamina F) mentre un effetto idratante, stimolante e levigante è offerto dallo Scrub al mosto d'uva Raboso del Piave e miele di acacia, ricco di zuccheri e di acidi della frutta (alfa beta e idrossi acidi). Infine il massaggio con grappa di vinaccia di Prosecco del Veneto ha un effetto stimolante e rigenerante e la Foglie di vite rossa viene utilizzata per infusioni, maschere e impacchi. Da segnalare che i trattamenti di Vinoterapia (termine improprio, visto che si basa sull’uso degli acini d’uva e non del vino vero e proprio) sono stati per la prima volta praticati in Francia all’inizio degli anni ’90 sulla base delle scoperte di un professore di Farmacia, Joseph Vercauteron dando vita ad un centro specializzato nelle terre del Chateau Smith Haut La fitte, nei pressi di Bordeaux, che si chiama Les Sources de Caudalie ove si praticano applicazioni basate sui medesimi principi della talassoterapia, ma sfruttando le proprietà dell’uva.


Trattamenti all’aceto

L’acido acetico presenta un alto contenuto di vitamine del gruppo A, B e C, ciò che gli conferisce il potere di purificare e riequilibrare le pelli miste e grasse a tendenza acneica. Tra gli aceti più rinomati vi è quello balsamico di Modena, che è alla base dei trattamenti che vengono praticati alle Terme della Salvarola: qui l’aceto viene abbinato, tra l’altro, a burro chiarificato (derivato dal latte delle mucche delle terre locali) per un trattamento utile a riequilibrare il Ph e per idratare e nutrire tutti i tipi di pelle, mentre il peeling all’aceto balsamico combinato con un mix equilibrato di semi di zucca e farina di ceci è in grado di donare al corpo un aspetto setoso.

Trattamenti alle mele

Le mele della Val Venosta, che crescono in modo naturale sul versante meridionale delle Alpi, sono rinomate per le loro proprietà dermopurificanti, disintossicanti e calmanti. I Centri Benessere della zona, come quello dell’Hotel Preidholf di Saturno o al Beauty & Wellness Resort Garberhof a Malles, utilizzano uno speciale fluido ottenuto dalle mele, insieme ad estratti e ad aceto di mele, per curare la pelle; il trattamento prevede una preparazione a base di un breve bagno Kneipp e assunzione di un tè deacidificante alla mela cui segue un bagno nella vasca idromassaggio, una permanenza su un lettino riscaldato che rilascia nella pelle altre sostanze attive contenuti nell’impacco alla mela per concludersi con un massaggio rilassante con un'essenza all'aceto di mele e menta.

Trattamenti al fieno

C’è fieno e fieno: quello delle Alpi, ottenuto da erba che cresce spontaneamente sui prati ad oltre 1500 metri di altitudine, possiede proprietà in grado di rinforzare il sistema immunitario, eliminare scorie e tossine e alleviare i disturbi reumatici, oltre a proprietà rilassanti, depurative, stimolanti e drenanti. La tradizione del “bagno di fieno” ha origine tra i contadini dello Sciliar: nel 1903, la tradizione divenne di pubblico dominio con l’apertura del primo albergo con fitofienorerapia: la pratica da allora consiste nello sdraiarsi su un giaciglio di erba in fermentazione, giunta ad una temperatura di 40° circa dopo tre giorni dal raccolto, avvenuto al mattino presto, quando il fieno è ancora umido di rugiada. Durante il trattamento, che dura circa 20 minuti, il vapore del fieno avrà rilasciato i principi attivi di molte essenze di alta montagna quali la alchemilla, la artemisia, la festuca, la valeriana, la lavanda ecc., esercitando una azione benefica su muscoli, articolazioni e ossa. Tra gli alberghi alpini ove viene praticata la fienoterapia fi sono l’Hotel Heubad, gestito dagli eredi di quel Anton Kompatscher di Fiè, che aprì il primo albergo con fitofienorerapia oltre all’Hotel Passo Monte Croce al confine con il Veneto, in Alta Punteria. Il trattamento si rivela particolarmente efficace nella stagione della fioritura, a giugno.

TRATTAMENTI PRODOTTI DELLA TERRA .
.
.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...