.

CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

mercoledì 9 maggio 2012

Il Ginseng




Il Ginseng

L'azione antitumorale viene attribuita ai ginsenosidi, un gruppo di carboidrati complessi scoperto negli anni '60. Fino ad ora, ne sono stati classificati circa una trentina. Questi provocano morte cellulare (apoptosi e necrosi), inibiscono la proliferazione cellulare, la diffusione metastatica e l'angiogenesi. Sono stati condotti diversi studi che hanno coinvolto complessivamente qualche migliaio di pazienti e tutti sono giunti alla conclusione che il ginseng è in grado di ridurre il rischio di tumore, in alcuni casi fino al 50%.




. Get cash from your website. Sign up as affiliate. .


Nonostante i proclami ottimistici dell'establishment medico e i miliardi spesi nella ricerca negli ultimi 50 anni, il cancro è ben lungi dall'essere battuto. L'arma migliore rimane indubbiamente la prevenzione, anche se non sempre è chiaro che cosa si debba fare.
Nell'ambito della prevenzione, la fitoterapia potrebbe giocare un ruolo chiave. Infatti, molte piante medicinali hanno mostrato una certa azione antitumorale. Tra queste, c'è l'ormai famosissimo Ginseg rosso coreano (Panax ginseng), conosciuto soprattutto per le sue proprietà adattogene, antiossidanti e antinvecchianti.


 .
.



In generale è sempre bene consultare il proprio medico prima di iniziare ad assumere Ginseng soprattutto se si prendono altri medicinali in quanto il ginseng interagisce con determinati farmaci. I principali effetti collaterali che comunque possono insorgere sono raggruppati sotto quella che si definisce: sindrome da abuso da ginseng e che comprende:insonnia, ansia,nervosismo, aumento della pressione sanguigna, mal di testa, orticaria, diarrea 



La conferma delle proprietà anti-carcinogeniche sono venute dagli studi sui topi, ma anche sugli esseri umani.
Come agisce il ginseng?L'azione antitumorale viene attribuita ai ginsenosidi, un gruppo di carboidrati complessi scoperto negli anni '60. Fino ad ora, ne sono stati classificati circa una trentina. Questi provocano morte cellulare (apoptosi e necrosi), inibiscono la proliferazione cellulare, la diffusione metastatica e l'angiogenesi. Sono stati condotti diversi studi che hanno coinvolto complessivamente qualche migliaio di pazienti e tutti sono giunti alla conclusione che il ginseng è in grado di ridurre il rischio di tumore, in alcuni casi fino al 50%. La protezione sarebbe non-organo specifica.
Morte cellulare - Diversi ginsenosidi sono in grado di indurre apoptosi nelle cellule di tumore della prostata, dell'ovaio, del polmone e del neuroblastoma.
Azione antiproliferativa - I ginsenosidi sono in grado di inibire la progressione del ciclo vitale cellulare. Hanno mostrato la capacità di inibire linee cellulari di vari tumori: polmone, prostata, sangue e fegato.
Azione antinvasiva e anti-metastastatica - Il processo di metastati e disseminazione di cellule tumorali è una cosa piuttosto complessa. Si sa che coinvolge l'angiogenesi e le complesse interazioni tra cellule e cellule. E' stato di recente dimostrato che l'invasività di cellule tumorali endometriali può essere inibita da alcuni tipi di ginsenosidi. L'effetto è dovuto alla soppressione dell'espressione del MMP-2 (matrix metalloproteinase), capaci di degradare qualsiasi proteina del connettivo. Inoltre, si crede che le MMP possano influenzare il comportamento cellulare, come la proliferazione, migrazione (adesione/dispersione), differenziazione, angiogenesi, apoptosi e meccanismi di difesa. L'azione antinvasiva è stata dimostrata sempre in vitro anche nel caso di cellule di tumore epatico, polmonare, pancreatico, mammario, gastrico e nel melanoma.
Azione antiangiogenetica - Diversi studi condotti in laboratorio hanno mostrato che i ginsenosidi sono in grado, da soli o in associazione ad altre sostanze antitumorali, di inibire l'angiogenesi nel caso di tumori mammario, ovarico, intestinale e nel melanoma. L'angiogenesi è un processo fisiologico che coinvolge la crescita di nuovi vasi sanguigni. Si crede che un esagerato processo di angiogenesi sia un aspetto fondamentale in molte malattie, come tumori, artrite reumatoide, psoriasi, aterosclerosi e retinopatia diabetica.
Azione antinfiammatoria e immunomodulante - Almeno sette ginsenosidi sono coinvolti nella modulazione dell'infiammazione e lo fanno attraverso una inibizione del gene infiammatorio CXCL-10. Questo conferma l'azione immunmodulante e antinfiammatoria attribuitagli dall'uso tradizionale. Considerato che i processi infiammatori, soprattutto di tipo cronico, possono essere l'anticamera del tumore, una parte dell'azione di prevenzione del cancro del ginseng può essere spiegata proprio attraverso queste proprietà antinfiammatorie.
Una nuova classe di antitumorali?In Cina e in Taiwan i ginsenosidi Rg3 e Rh2 sono utilizzati sotto forma di capsule orali come farmaci sperimentali antitumorali. Secondo i ricercatori cinesi, l'Rg3 è in grado di sopprimere l'angiogenesi, inibire l'adesione, l'invasione e quindi la metastasi delle cellule tumorali. Si è visto che l'Rh2 impiegato in associazione al cisplatino aumenta significativamente la sopravvivenza dei pazienti; è stato dimostrato che l'Rh2 insieme alla chemioterapia è il 60% più efficace della sola chemioterapia. Inoltre, è in grado di ridurre gli effetti collaterali della chemio e della radioterapia, come la perdita dei capelli, la nausea, il vomito e l'inappetenza.
DosaggiUn dosaggio considerato valido varia da uno a due grammi al giorno. Secondo la maggioranza degli esperti, i dosaggi non devono essere eccessivi, quello che conta è il tempo. Gli effetti migliori si ottengono con assunzioni che durano per decine di anni. Dopo qualche tempo, in presenza di una sensazione stabile di benessere, è possibile continuare riducendo le dosi e frazionandole durante la settimana.

Bibliografia
- Davy CW Lee et al Bioactivity-guided identification and cell signaling technology to delineate the immunomodulatory effects of Panax ginseng on human promonocytic U937 cells. Journal of Translational Medicine 2009, 7:34 doi:10.1186/1479-5876-7-34.
- Patrick YK Yue et al Pharmacogenomics and the Yin/Yang actions of ginseng: anti-tumor, angiomodulating and steroid-like activities of ginsenosides. Chinese Medicine 2007, 2:6 doi:10.1186/1749-8546-2-6.
-

.
. .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...