CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

martedì 18 gennaio 2011

Riflessologia Plantare


Riflessologia Plantare



La riflessologia plantare è un'antica tecnica di massaggio manuale messa a punto dal Dr. Fitzgerald (1872-1942). 


Egli constatò che la pianta dei piedi e il palmo delle mani sono divise in zone o centri di riflesso.
Nei nostri piedi si riflette l'intero organismo e ogni punto che si tratta corrisponde ad una parte o un organo del nostro corpo. Utile alla cura della maggior parte dei disturbi somatici, per esempio: insonnia, ansia e stress, aiuta nella prevenzione e mantiene in equilibrio l'organismo.
Nell’ uomo esiste una carica di energia vitale, che scorre continuamente attraverso dei canali energetici e che rappresenta la condizione primaria per una buona salute. Ogni ostacolo, ogni interruzione che si viene a creare nel fluire di questa energia, costituisce la causa di un mutamento dell’ equilibrio fisiologico.
E’ chiaro che se il percorso di un condotto di energia viene intasato e quindi ostruito, questa energia non riuscirà più a raggiungere il suo punto di arrivo. Allo stesso modo, se un organo smette di ricevere nella giusta quantità quell’ apporto di energie di cui necessita, viene compromesso nella propria funzionalità.
Uno dei sistemi più antichi per ripristinare e stimolare questo flusso di energia è costituito dal massaggio, che nasce come gesto primitivo, istintivo, e che non ha controindicazioni.
Il Dr. Fitzgerald constatò che la pianta dei piedi e il palmo delle mani sono divise in zone o centri di riflesso. Nei nostri piedi, come in una mappa si riflette l'intero organismo e ogni punto che si tratta corrisponde ad una parte o ad un organo del nostro corpo. Nei nostri piedi viene in pratica riprodotto lo stato momentaneo della persona. Una persona sana si riflette in un piede sano, indolore, caldo, elastico e ben irrorato, la situazione opposta segnala un disturbo. Tale stato verrà subito segnalato dal piede che alla pressione apparirà dolorante.
Il nostro piede viene spesso sottovalutato, chiuso in strette scarpe spesso mal arieggiate dove per tutto il giorno deve sostenere il peso del nostro corpo. Da un punto di vista terapeutico appare invece sensibile e reattivo e oppurtunamente stimolato è in grado di curare una grande parte di disturbi somatici.
Esiste una mappa delle varie zone del piede corrispondenti a determinati organi interni e, massaggiando tali zone, si ottiene una migliore irrorazione sanguigna anche negli organi in sintonia.
Con il massaggio si possono ottenere risultati stimolanti o calmanti, secondo la necessità; per esempio, si possono stimolare la funzione intestinale, digestiva, la circolazione del sangue, oppure attenuare un dolore o calmare uno stato di eccitazione nervosa. Massaggiando accuratamente e con una certa energia il piede si può diagnosticare lo stato di salute dell’ intero organismo, poiché il piede duole nei punti corrispondenti agli organi che presentano dei disturbi.
La riflessologia plantare può essere utile a curare vari disturbi, alcuni esempi:
  • dolori allo stomaco e problemi intestinali (diarrea, stitichezza, ...),
  • disturbi del ciclo mestruale,
  • stimolare il sistema immunitario, rafforzandolo,
  • malattie dell'apparato respiratorio (bronchite, sinusite, raffreddore, tosse, ...),
  • malattie dell'apparato urinario (cistite),
  • nevralgie (mal di denti, mal di testa,...)


.


La riflessologia nell'antichità

Le prime notizie storiche sicure sull’uso della riflessologia giungono dall’antico Egitto attraverso un affresco datato a circa quattromila anni fa, trovato a Saqqara, antica località egiziana, nella piramide a gradoni detta del "Grande Medico". Dentro di essa un dipinto murale raffigura un medico che stimola le dita dei piedi e delle mani del suo paziente. I geroglifici tradotti hanno svelato queste frasi: "Non farmi male", e la risposta del medico: "Agirò in modo da meritare la tua lode".
In epoca più recente questa tecnica veniva utilizzata anche da alcune tribù indigene del Kenya. La leggenda cinese che ci illustra le origini della riflessologia racconta che, nel 2800 a. C. circa, il futuro imperatore Yiu venne concepito dalla madre mentre camminava a piedi nudi sulle orme di un gigante. A partire, da quel momento, nella tradizione taoista, il piede umano venne messo in stretta relazione con tutto il corpo; l'esempio più evidente di questa credenza è rappresentato dalla famosa tavola chiamata Zu Toi To, che raffigura un feto disegnato sulla pianta di un piede, evidenziando la stretta relazione fra piede e corpo umano. Nel 480 a. C. Mak Zi, uno dei tre grandi della cultura cinese, approfondì l’On Zon Su, o Terapia Zonale, cioè il massaggio del piede, a livello filosofico.

 leggi anke
http://cipiri3.blogspot.com/2012/03/la-riflessologia-plantare.html


.
.


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

http://www.mundimago.org/

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.
 GUARDA ANCHE
LA NOSTRA APP


http://mundimago.org/le_imago.html



.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...