.

loading...

CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

domenica 21 gennaio 2018

Trucchi in Cucina per Non Ingrassare



A chi di noi non è capitato di avere un amico o amica che mangia a volontà, senza mettere su nemmeno un etto, mentre noi rinunciamo da anni ai piaceri della tavola per paura della famigerata bilancia? Molto spesso stare a dieta genera frustrazione o comunque richiede disciplina e costanza, per cui sovente rinunciamo a magiare meno, mandando in frantumi tutto il lavoro svolto per perdere peso. Ebbene, prendete il taccuino e segnatevi questi dieci consigli che vi aiuteranno a dimagrire o, quantomeno, mantenere il peso sotto controllo, concedendovi magari quella fantastica parmigiana della zia, agognata da tempo immemore.

 Coserva quel dolcetto per le occasioni speciali
Concedersi di tanto in tanto una dose di dolcezza può soltanto far bene all'umore, ma ricordate di non cedere ad ogni occasione che vi si presenta: il compleanno di un'amica, i festeggiamenti per la promozione di un collega e quant'altro sono quasi all'ordine del giorno, ma cercate di limitarvi nell'assaporare quanto vi viene offerto.

Parlare durante i pasti
Quasi la totalità delle persone non sopportano quella piccola percentuale di coloro che parlano in continuazione durante i pasti. Ma se vi dicessimo che parlare quando si mangia può essere utile per mangiare meno? Ebbene sì, secondo uno studio pubblicato sulla rivista The Journal of clinical endocrinology & metabolism coloro che gustano una pietanza in un periodo di tempo che va dai 10 ai 20 minuti hanno prodotto una maggior quantità dell'ormone che riduce l'appetito, sentendosi di conseguenza più sazi rispetto a quelli che hanno impiegato soltanto 5 minuti nel consumarlo.

Attenzione agli alimenti dietetici
Con questo titolo non vogliamo insinuare che dovreste invece consumare alimenti ad alto contenuto di grassi, ci mancherebbe! Tuttavia, quando la confezione di un alimento riporta la dicitura "a basso contenuto calorico" non significa che quell'alimento non possa comportare problemi di peso perché molto spesso le aziende, riducendo il contenuto di grassi, tendono ad aumentare il contenuto di carboidrati e sale, tutto a scapito dell'indice glicemico del sangue, che si alza, provocando quindi un aumento di peso.

Mangiare un po' di tutto
Quante volte avrete sentito dire che la cioccolata è uno dei nemici numero uno della silhuette mentre una torta di mele o una fetta biscottata con marmellata non lo sono: in teoria questa distinzione funziona in termini di dimagrimento, ma è sbagliato bollare un cibo come "cattivo" perché potrebbe scatenare una sorta di ossessione che conduce ad una maggiore assunzione. In altre parole, è opportuno avere un rapporto sano con il cibo, limitando gli alimenti al alto contenuto calorico, senza considerarli il male assoluto.

 Non punirti per uno sgarro
Avete appena ingurgitato un cheeseburger e una porzione di patatine e vi sentite in colpa? Smettete immediatamente di esserlo! Piuttosto, perdonate voi stesse e promettetevi di essere più attente le volte successive, prediligendo pasti poco calorici; un atteggiamento del genere infatti, ha un effetto positivo sulla psiche e sul vostro rapporto col cibo, non conflittuale ma decisamente sano, a tutto vantaggio del IMC (Indice di Massa Corporea).

Il riposo come trattamento di bellezza
Nella società odierna si sa, il riposo e il sonno occupano una posizione sempre più ridotta nelle nostre vite. Tuttavia, se si vuole perdere peso, non si deve assolutamente privare il fisico delle ore di sonno, la cui diminuzione va a incidere direttamente sugli ormoni che regolano l'appetito, portandoci a preferire cibi altamente calorici ( per sentirci "in forze") a scapito di quelli sani come frutta e verdura. Oltretutto, la riduzione del sonno ha effetti incisivi sull'invecchiamento della pelle.
 Insomma, il sonno vi fa belli!

Sperimentare
Come insegnano i grandi chef, la cucina è soprattutto sperimentazione. Lasciate spazio a erbe aromatiche, paprika e spezie varie per arricchire i vostri piatti: questi ingredienti sono veri e propri escamotage che vi permettono di limitare l'utilizzo di olii vegetali e grassi animali per insaporire i vostri piatti perché presentano lo stesso potere di soddisfazione fornito dai suddetti condimenti calorici. Potete rimpiazzare il burro con il peperoncino di Cayenna (un potente acceleratore metabolico) sui vostri broccoli stufati o erbe aromatiche come rosmarino, timo e aglio secco per il petto di pollo arrostito. Rimarrete stupefatti dalla bontà!

Zuccheri sì, ma con moderazione
Dieta non è sinonimo di mancanza di zuccheri. Il nostro corpo è in grado di gestire una quantità di zuccheri limitata, mentre se si è mangiato tanti dolci, la restante parte in eccesso viene accumulata dall'organismo sotto forma di adipe in quelle zone del corpo che variano da donna a donna. Ciò non significa che debbano essere tagliati fuori completamente, ma capire cosa ci fa bene e cosa no, in particolare dopo averne consumati tanti e sentirsi gonfia: in quel caso bisogna prendere consapevolezza di aver esagerato.

Evita tutto ciò che riporta "diet" o "light"
Il nono consiglio che vi diamo riguarda i dolcificanti artificiali, utilizzati sovente in luogo dello zucchero classico, e di quei cibi accompagnati dalla dicitura light et similia: secondo numerosi studi scientifici le bevante contenenti dolcificanti artificiali stimolerebbero il cervello ad assumere più calorie, direzionandolo nella scelta di un panino con bacon piuttosto che un'insalata nutriente.

Conta le calorie, ma non farla diventare un ossessione
Secondo numerosi nutrizionisti, si tratta di un'operazione decisamente sbagliata se il fine ultimo è il dimagrimento. Di fatti, contando le calorie assunte non ci rendiamo conto che stiamo eliminando sia i grassi cattivi che quelli sani: un pasto che prevede un pesce grasso ( salmone, aringa, anguilla) un frutto come l'avocado o quella secca, condito con olio d'oliva o di cocco, presenta un numero di calorie considerevoli, ma anche nutrienti indispensabili al nostro organismo, come minerali, vitamine A, E, D e omega 3. Questo per dire che 1000 calorie di cibo sano sono da preferire rispetto allo stesso quantitativo di cibo spazzatura, perché quest'ultimo ci fa ingrassare e non apporta alcunché al benessere del nostro organismo.

.
COSA TI PORTA IL 2018 ?



Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco Blog Amici

Scegli una carta delle IMAGO


CLICCA QUI SOTTO
.