.

loading...

CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

mercoledì 6 luglio 2011

Auto, l'inquinamento peggiore è dentro l'abitacolo



Auto 

l'inquinamento peggiore è dentro l'abitacolo



Peacelink ha effettuato dei test specifici in cui si rileva come le emissioni maggiori degli idrocarburi policiclici aromatici si verificano all'interno dell' abitacolo

La legge non ci tutela
.



. Corsi .



In auto l'inquinamento più pericoloso nasce dall'interno dell'abitacolo. Un'analisi di Peacelink conferma i risultati di uno studio canadese del 2004. L'associazione ha effettuato diverse misurazioni che hanno fornito, nei peggiori dei casi, concentrazioni di idrocarburi policiclici aromatici anche superiori a 300 nanogrammi a metro cubo. La misurazione è stata effettuata su un'auto di tre anni, 1400 di cilindrata, euro 4 a benzina nella zona collinare di Tavarnuzze (Fi). Aprendo il finestrino la concentrazione di IPA decresce bruscamente fino ad arrivare allo zero. L'associazione fa notare che misurando al tubo si scappamento di un'auto a GPL si riscontra un valore di 30 ng/m3.
Le ricerche di PeaceLink hanno un precedente. Una ricerca condotta sugli scuolabus diesel canadesi nel 2004 è stata pubblicata sul Journal of Exposure Analysis and Environmental Epidemiology. La misurazione degli IPA è stata condotta con lo stesso strumento usato da PeaceLink, ossia l'analizzatore portatile Ecochem PAS 2000 CE. Lo studio canadese riporta questi dati: “Misurazioni sono state fatte durante 24 spostamenti nella mattina e nel pomeriggio su due percorsi di bus che si muovevano da Los Angeles Unified School District a West Los Angeles, con sette corse supplementari su una strada rurale/suburbana, e tre corse per testare gli effetti del posto vicino al finestrino. Durante questi spostamenti, le concentrazioni medie relative al veicolo inquinante variavano da 23 a 400 nanogrammi a metro cubo per le particelle legate idrocarburi policiclici aromatici”. 

Dai dati rilevati con l'Ecochem PAS 2000 di PeaceLink un minuto di sigaretta (3000-4000 ng/m3) potrebbero equivalere a 10 minuti di respirazione all'interno di un auto (se oltre i 300 ng/m3). L'inalazione degli IPA della sigaretta è fortemente correlato al modo di fumare, al numero delle boccate e alla distanza media fra la mano con la sigaretta e il naso, ecc.

“Se riusciremo a convincere gli automobilisti che, andando in auto, avvelenano più se stessi che i pedoni, forse avremo avviato un cambio di mentalità. L'altro cambiamento da provocare è verso l'industria dell'auto: la progettazione di auto più isolate e sicure all'interno. Nelle quali il filtro antipolline sia posizionato in punti agevoli da raggiungere. Nella Ford Focus è posizionato sotto il pedale dell'acceleratore e il semplice automobilista non lo può cambiare perché occorre smontare il pedale! Se verranno confermati i dati di alte concentrazioni di IPA si profila il ritiro per manutenzione di milioni e milioni di auto "inquinate" al loro interno. Infine il terzo cambiamento da provocare è nell'ambito della legislazione, che attualmente non prevede limiti di IPA all'interno degli abitacoli delle auto, pur essendo gli IPA cancerogeni”. 
Fonte: Peacelink




.
.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco Blog Amici

Scegli una carta delle IMAGO


CLICCA QUI SOTTO
.